Amazon+clickBank

venerdì 7 luglio 2017

RECENSIONE: La pioggia porterà le violette di maggio (Matteo Corradini)


Titolo: La pioggia porterà le violette di Maggio
Autore: Matteo Corradini
Editore: Lapis Ed.
Uscita: 2017
Pagine: 200 p.
Prezzo: 12,50 €



Trama:
Clara per il suo compleanno riceve in dono un vecchio clarinetto. Dal doppiofondo della custodia salta fuori una busta ingiallita con un nome, proprio il suo. Una Clara di tanti anni fa… Ma chi era? E chi era Samuel, autore del biglietto contenuto nella busta? Clara vuole conoscere questa storia e sale a bordo di un furgoncino con una
band di metallari, per la città di Praga. Le ricerche si concludono nella cittadina di Terezin. Qui si trovava un campo di prigionia degli ebrei…



Recensione:
Ho adorato questo piccolo gioiello tra i romanzi. E' una storia coinvolgente, da non staccar gli occhi dalle pagine. La lettura è molto fluida, il tempo presente dà alla scrittura un ritmo veloce e costante.
La dolcissima Clara vuole scoprire un segreto sepolto dal tempo, un amore dal passato, e riesce a coinvolgere il fratello con la sua band.
Ne nascerà un'avventura mirabolante, un susseguirsi di scoperte con nuovi amici e nuove storie da imparare. Tutte le persone che Clara incontrerà la porteranno sempre più vicina nella sua ricerca, e sempre più indietro nel tempo.
L'argomento di fondo è la Shoah, la deportazione e la ghettizzazione degli ebrei in Polonia e in particolare a Terezin.
Ma l'argomento, seppur terribile e senza pari, viene trattato con una dolcezza infinita, e una semplicità che disarma.
Ho adorato ogni singola lettera... Grazie Matteo Corradini.


                                                            

L'Autore:
Nato nel 1975, Matteo Corradini è ebraista e scrittore. Pubblica con Rizzoli e Salani. Dottore in Lingue e Letterature Orientali con specializzazione in lingua ebraica, si occupa di creazione, didattica della Memoria, espressione. È tra i curatori del festival scrittorincittà (Cuneo). Fa parte del team di lavoro del MEIS, Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah, e della Festa del Libro Ebraico (Ferrara). Collabora con Avvenire - Popotus. Prepara conferenze musicali e regie teatrali. Ha vinto il primo Premio nazionale Alberto Manzi.

SITO WEB DELL'AUTORE: LINK


Nessun commento:

Posta un commento